Ti piacciono le camminate e le escursioni nella natura? Allora abbiamo qualcosa in comune! Nulla mi rende più felice e appagata di una bella escursione per i sentieri in montagna e in pianura, ed è un ottimo modo per trascorrere delle serene giornate in famiglia quando c’è bel tempo.

Ecco perché ho deciso di raccontare a chi condivide la mia stessa passione alcune delle camminate in Piemonte (facili) più belle che ho percorso.

I sentieri di cui ti parlerò sono selezionati in modo tale che siano percorribili da chiunque (giovani, adulti, famiglie), non c’è bisogno che tu sia un trekker provetto.

Come ben sai, il Piemonte è una regione grande e ricca di splendidi luoghi immersi nel verde, in questo senso siamo molto fortunati.

Ho quindi pensato di suddividere gli itinerari per zona, in modo tale che tu possa scegliere quello che più preferisci in base alla posizione. Sei pronto a scoprire i luoghi immersi nella natura più incantevoli del Piemonte? Bene, iniziamo!

Camminate in Piemonte: PARCO DEL GRAN PARADISO

Se parliamo di camminate in Piemonte non possiamo non citare le valli del Parco Nazionale del Gran Paradiso, una zona davvero ampia che comprende Piemonte e Valle d’Aosta.

Quella che posso sicuramente consigliarti è la zona di Ceresole Reale (e non solo perché la frequento abitualmente).

Ceresole Reale è un paese che si trova nella Valle dell’Orco, è famoso per il suo grande lago artificiale dove si possono fare lunghe passeggiate d’estate, mentre d’inverno il giro-lago diventa una bellissima pista di sci di fondo.

I dintorni di Ceresole sono ricchi di sentieri di trekking.

Essendo la mia zona, la valle in cui sono cresciuta, sono particolarmente affezionata a questo luogo e lo conosco abbastanza bene. Mi sento quindi di consigliarti il facile giro-lago sulla diga di Ceresole.

GIRO-LAGO A CERESOLE

Vista sul lago di Ceresole Reale

Oltre ad essere un percorso estremamente suggestivo sia d’estate che in autunno (anche in inverno, ma diventando una pista di sci di fondo non è percorribile) è in piano, quindi non è un percorso difficile. Dura circa un paio d’ore.

Purtroppo non ho realizzato una descrizione del sentiero ma ti assicuro che è davvero facile, basta raggiungere in macchina il Rifugio Massimo Mila (lo trovi su Maps, clicca qui), parcheggiare e iniziare il percorso ad anello dal sentiero alberato sulla destra del lago (con il rifugio alle spalle).

Ti linko un video divertente che abbiamo girato in un’occasione speciale, dove ne abbiamo percorso un pezzo 😉

Sempre nella Valle dell’Orco ti consiglio di visitare Locana, un piccolo paesino estremamente piacevole con numerosi sentieri. Quello che ti consiglio è il breve sentiero che raggiunge il Rifugio Santa Pulenta, da cui si gode di una vista davvero splendida.

RIFUGIO SANTA PULENTA (LOCANA)

Rifugio Santa Pulenta Cambrelle (foto presa dal sito)

Per raggiungere il rifugio Santa Pulenta basta seguire il sentiero che parte da pochi tornanti appena sopra la frazione Porcili.

La prima parte del sentiero (fino al rifugio) è la stessa che si usa per raggiungere il Lago di Pratofiorito, per questo puoi seguire parte della mia descrizione https://2f-hiking.it/lago-di-pratofiorito-sentiero/ e fermarti al rifugio.

Se te la senti puoi proseguire fino al lago, ma ti avviso che il sentiero diventa più difficoltoso.

CROCE DEL FAGGIO (LOCANA)

croce del faggio a locana

Questo sentiero è uno dei miei preferiti in assoluto. È breve, ma con dei panorami molto belli! TROVI QUI la descrizione dell’itinerario.

Camminate in Piemonte: VALCHIUSELLA E ANFITEATRO MORENICO DI IVREA

Anche nella zona della Valchiusella puoi trovare un’infinità di luoghi interessanti, tra cui Fondo, dove si trova una caratteristica cascata diventata abbastanza famosa sul web.

FONDO (TRAVERSELLA)

fondo traversella
Sulla strada per raggiungere Tallorno

Raggiungi Fondo in auto, parcheggia e goditi la suggestiva vista dal ponte.

Oltrepassa il ponte e fermati al bar per un caffè, poi parti per raggiungere la vicina frazione di Tallorno. Il sentiero costeggia il fiume all’interno del bosco.

Trovi le indicazioni a questo link https://2f-hiking.it/cascata-di-fondo-e-tallorno/. Da Tallorno si diramano altri sentieri, se te la senti prova a esplorarne qualcuno 🙂

Al ritorno fai il giro ad anello attraversando il ponte di Tallorno, dopo poco troverai la famosa cascata 🙂

Nella zona di Ivrea ti consiglio invece gli Anelli dei 5 laghi. I laghi in questione sono il Sirio, il Pistono, il lago di Campagna, il Nero e per finire l’anello di Montresco, che costeggia un bacino lacustre utilizzato in epoca romana.

ANELLO DEL LAGO PISTONO E LAGO DI CAMPAGNA (IVREA)

Questi anelli sono abbastanza brevi, ecco perché te ne riporto due, ma a dire il vero puoi scegliere tu quale preferisci fare perché hanno tutti percorsi molto semplici. Ecco intanto il link al sentiero che abbiamo percorso noi https://2f-hiking.it/anelli-dei-cinque-laghi-ivrea-lago-pistono-e-lago-di-campagna/

MONTI PELATI (BALDISSERO CANAVESE)

riserva naturale dei monti pelati

I Monti Pelati sono delle colline molto interessanti a livello geologico, come puoi immaginare dal nome. In quella zona crescono pochi arbusti e solo di specifici tipi, che differiscono da quelli del resto della zona. Scopri di più cliccando qui!

Camminate in Piemonte: VALLI DI LANZO

Le Valli di Lanzo sono diventate quasi una seconda casa per me. Incredibilmente vicine rispetto Torino, è possibile trovare molti sentieri di trekking adatti anche ai principianti.

PIAN DELLA MUSSA

Foto tratta dal sito Aigae

Ho dovuto cercare una foto online per mostrarti uno scorcio del suggestivo Pian della Mussa, perché l’ho frequentato solamente d’inverno, ricoperto da uno splendido manto bianco.

Il breve sentiero per raggiungerlo (45 minuti circa), parte dal paesino di Balme e si addentra in una boscaglia suggestiva che costeggia il fiume. È possibile proseguire per raggiungere il Rifugio Città di Ciriè, da cui si gode di una splendida vista!

Lascio qui il link della descrizione del sentiero, anche se si tratta in realtà della nostra ciaspolata invernale. https://2f-hiking.it/pian-della-mussa-e-rifugio-citta-di-cirie-sentiero-con-ciaspole/

PILONE DI SAN PANCRAZIO

Anche questo itinerario parte dal piccolo paesino di Balme. Per avventurarti in questo sentiero devi avere un minimo di resistenza nelle gambe, non è proprio una passeggiatina, ma è breve.

Il panoramico Pilone di S. Pancrazio si raggiunge in neanche un’ora, trovi qui la descrizione.

Camminate in Piemonte: VAL DI SUSA

Anche questa valle pullula di zone dedicate al trekking e alle attività nella natura. Ti consiglio vivamente di visitare la zona di Avigliana, con i suoi 2 laghi. Se non l’hai mai fatto prima, ti consiglio anche di intraprendere uno dei sentieri utilizzati per raggiungere la Sacra di San Michele.

SACRA DI SAN MICHELE DA SANT’AMBROGIO DI TORINO

sacra di san michele come arrivare
Vista della Sacra

Esistono diversi sentieri per raggiungere la Sacra di San Michele, io ti consiglio quello di Sant’Ambrogio di Torino solamente perché è l’unico che ho percorso.

Si estende interamente su mulattiera e si impiegano circa 2 ore, la pendenza non è facilissima, ma sono sicura che con qualche pausa per ammirare la vista tra gli alberi della collina, chiunque può percorrerlo. Trovi la descrizione del sentiero a questo link https://2f-hiking.it/sacra-di-san-michele-come-arrivare/

COLLE DEL LYS

Foto tratta dal sito di Turismo Torino

Questo è uno dei colli in assoluto più famosi della Val di Susa. Credo che il motivo sia che è facilmente raggiungibile in auto, infatti consiglio vivamente di lasciarla nell’ampio parcheggio e di prendere ispirazione da uno dei sentieri riportati nei cartelli circostanti.

Qualche tempo fa abbiamo percorso il breve sentiero per il Colle Portia, non ricordo esattamente la durata ma sarà stato di circa un’ora. Quel giorno eravamo un po’ stanchi e per questo abbiamo preferito non avventurarci in sentieri più impegnativi 🙂

Non ho realizzato una descrizione dell’itinerario, ma queste sono le info principali:
Dislivello (m) 250 – Quota partenza (m) 1311 – Quota vetta/quota (m) 1328 – Difficoltà E

Trovi facilmente una descrizione del sentiero su Gulliver, ma ti assicuro che non è così necessario. Il percorso è breve e facile da individuare.

CONCLUSIONI

Queste sono alcune delle camminate (facili) che ti consiglio, hanno una durata che va dai 40 minuti alle 2 ore e sono fattibilissime per chi è alle prime armi, e piacevoli per chi è un po’ più pratico ma vuole intraprendere una camminata tranquilla.

Se questi percorsi sono troppo semplici per te (o vuoi scoprirne di nuovi) ti consiglio di spulciare gli altri sentieri che ho descritto in questo sito. Sono certa che troverai qualcosa di interessante! Per vedere l’intera lista, CLICCA QUI

PS: Questo articolo è in continuo aggiornamento! Seguimi su Instagram cliccando qui se vuoi vedere le foto dei sentieri che percorro.

PPS: Se vuoi rimanere aggiornato quando escono articoli come questo, ti consiglio di iscriverti alla newsletter! Non preoccuparti, non ti tartasserò di mail tutti i giorni 😉