Se ti sei avvicinato all’attività del trekking sicuramente ti sarai già imbattuto nelle descrizioni dei sentieri online. Avrai anche notato che queste descrizioni includono la Difficoltà Sentieri.

Una persona pratica di trekking ed escursionismo conosce già il significato delle sigle dei sentieri, ma se ti stai cimentando da poco in queste attività forse hai solo una vaga idea e vorresti approfondire meglio.

In questo articolo voglio spiegarti cosa significano le sigle delle difficoltà sentieri di trekking e cosa comportano.

Sigle difficoltà sentieri

difficoltà sentieri

Le sigle che puoi trovare nelle descrizioni dei sentieri di escursionismo sono principalmente queste:

T = Turistico
E = Escursionistico
EE = Escursionisti Esperti
EEA = Escursionisti Esperti con Attrezzatura

Questa scala di difficoltà è stata analizzata e creata dal CAI. Ecco le spiegazioni precise sul loro significato:

LIVELLO T = Turistico

Itinerario su stradine, mulattiere o larghi sentieri. I percorsi generalmente non sono lunghi, non presentano alcun problema di orientamento e non richiedono un allenamento specifico se non quello tipico della passeggiata.

LIVELLO E = Escursionistico

Itinerari su sentieri o evidenti tracce in terreno di vario genere (pascoli, detriti, pietraie…). Sono generalmente segnalati con vernice colorata su rocce e alberi o con ometti di pietra a forma piramidale. Possono svolgersi anche in ambienti innevati, ma solo lievemente inclinati. Richiedono l’attrezzatura specifica dedicata all’escursionismo ed una sufficiente capacità di orientamento, allenamento alla camminata anche per qualche ora.

LIVELLO EE = Escursionisti Esperti

Sono itinerari generalmente segnalati ma con qualche difficoltà: il terreno può essere costituito da pendii scivolosi di erba, misti di rocce ed erba, pietraie, lievi pendii innevati o anche singoli passaggi rocciosi di facile arrampicata (uso delle mani in alcuni punti). Pur essendo percorsi che non necessitano di particolare attrezzatura, si possono presentare tratti attrezzati se pur poco impegnativi. Richiedono una discreta conoscenza dall’ambiente alpino, passo sicuro ed assenza di vertigini. La preparazione fisica deve essere adeguata ad una giornata di cammino abbastanza continuo.

LIVELLO EEA = Escursionisti Esperti con Attrezzatura

Vengono indicati i percorsi attrezzati (o vie ferrate) e richiedono l’uso dei dispositivi di autoassicurazione, come corde, imbragature e moschettoni.

Quest’ultima sigla è più dedicata all’attività delle vie ferrate che si discosta un po’ da quella dell’escursionismo, ma per completezza meglio citarla 🙂

Altre sigle DIFFICOLTÀ SENTIERI

Sicuramente avrai già riscontrato in vari siti sigle leggermente differenti da queste, un po’ più precise, perché quelle sopra riportate a volte non sono propriamente veritiere.

Ci è capitato infatti diverse volte che un sentiero segnalato con difficoltà E avesse in alcuni tratti caratteristiche di difficoltà EE.

Per questo motivo troverai spesso sigle di questo tipo: T2, T3, E2, E3 e via dicendo, che dovrebbero descrivere meglio la difficoltà. Un T2, per esempio, sarà sicuramente più difficile di un semplice T, ma più semplice di un E.

Noi dal canto nostro preferiamo mantenere le sigle originali ma riportare in descrizione del sentiero i tratti dove la difficoltà aumenta. Nella sezione della sigla, mettiamo semplicemente (per esempio) E/EE se troviamo un sentiero misto.

Spero di averti aiutato a fare chiarezza sull’argomento! Se vuoi ricevere altre informazioni relative a sentieri, attrezzatura e consigli, iscriviti alla newsletter. Riceverai una volta al mese il riepilogo dei nuovi contenuti del blog!

Subscribe to our newsletter!

Vuoi avventurarti in un nuovo sentiero? Esplora la sezione dedicata alla descrizione dei sentieri del sito!

SENTIERI VALLI DI LANZO

SENTIERI PARCO DEL GRAN PARADISO

SENTIERI VALCHIUSELLA ED EPOREDIESE