La diga che contiene il noto lago Serrù è situata sulla strada tra Ceresole Reale e il Piano del Nivolet. Un’altra oasi di serenità nel Parco Nazionale del Gran Paradiso, decisamente suggestiva anche d’inverno.

Conoscendolo molto bene d’estate, quando il verde e il caldo si impossessano del territorio, abbiamo deciso di esplorarlo anche immerso nella neve, così da avere impresso nella mente un altro scenario dello stesso magnifico luogo. Quindi ciaspole in spalla e via!

DESCRIZIONE ITINERARIO

__________________________
Partenza/quota:
Chiapili di sotto (1670m)
Arrivo/quota: Diga del Serrù (2510m)
Tempo di salita: ore 3,00 circa
Tempo di discesa: ore 2,30 circa
Grado di difficoltà: E/EE
Dislivello: 580 m circa
Periodo consigliato: dicembre/febbraio (quando c’è neve 🙂 )
___________________________

Puoi lasciare l’auto a Chiapili di Sotto, dove la strada si blocca perché non più battuta. Dopo aver messo le ciaspole ti avvii lungo la strada che solitamente d’estate è percorribile in auto e questo primo tratto è molto semplice.

Noi abbiamo proseguito tranquillamente lungo la strada fino a quando, all’altezza del ponte di legno dopo il bosco, abbiamo notato che le tracce degli altri escursionisti proseguivano dritto anziché continuare sulla strada.

Immagino perché quel tratto di strada iniziava a risultare poco praticabile, nel dubbio abbiamo seguito le tracce degli altri escursionisti (erano parecchie, quindi ci siamo fidati) che proseguivano dritto per dritto lungo la vallata.

In questo tratto il sentiero risulta più difficoltoso, pieno di sali/scendi e pendii. Più avanti siamo saliti lungo un pendio veramente tosto, impraticabile senza ciaspole o sci perché abbastanza ripido.

Quella è la parte più dura (che mi ha costretto a dare un codice EE al sentiero), ma una volta scollinato ti trovi di fronte la diga 🙂 da lì ancora poco e sei arrivato!

Lo spettacolo dell’acqua della diga semi-ghiacciata è stato qualcosa di unico e la giornata soleggiata non ha fatto che rendere il tutto un piacere per gli occhi e per lo spirito.

Scendendo abbiamo deciso di usare le nostre care padelle (quelle che si usano per scivolare sulla neve!) e ci siamo divertiti come dei bambini!!

Mi raccomando se decidi di fare questa escursione voglio sapere la tua esperienza, scrivila nei commenti!

Intanto se vuoi puoi vedere i nostri scivoloni sulle padelle, guardando la video guida dell’escursione 😉

Vuoi scoprire altri sentieri nella zona? CLICCA QUI