Sei un appassionato di viaggi avventura come me? Vuoi organizzare il tuo viaggio in Sri Lanka fai da te e hai bisogno di consigli per iniziare? Ti accontento subito 🙂 Sono da poco rientrata dal mio viaggio avventura di 15 giorni in Sri Lanka e voglio raccontarti la mia esperienza, dandoti consigli su dove andare e su come organizzarti. Sei pronto? Iniziamo!

COME ORGANIZZARE UN VIAGGIO IN SRI LANKA FAI DA TE

viaggio in sri lanka fai da te
Tempio a Galle

SRI LANKA QUANDO ANDARE

Per organizzare il tuo viaggio in Sri Lanka fai da te prima di tutto devi stabilire quando vuoi andare. Devi infatti sapere che il clima in Sri Lanka è tropicale (quindi caldo e umido tutto l’anno, con tanto di stagione delle piogge). Le aree più piovose sono il versante montuoso sud-occidentale e la zona costiera in cui si trova Colombo, mentre le zone meno piovose sono la costa nord-occidentale (vedi Mannar, Jaffna) e quella sud-orientale (vedi Hambantota).

La stagione delle piogge cambia leggermente in base alla zona, in generale possiamo dire che il periodo da non prendere in considerazione per andare in Sri Lanka va da aprile a dicembre. Se vuoi approfondire la situazione clima ti linko un sito utile https://www.climieviaggi.it/clima/sri-lanka

I DOCUMENTI PER LO SRI LANKA

Una volta stabilito il periodo non ti resta che preparare i documenti: passaporto e visto. Il visto dovrebbe costare circa 60 dollari e si può richiedere online. Noi siamo stati fortunati, quando lo abbiamo richiesto il paese dello Sri Lanka lo rilasciava gratuitamente per un periodo. Per tutte le info sul visto clicca qui https://www.srilankaevisa.org/faq/how-it-works?gclid=CjwKCAiAnfjyBRBxEiwA-EECLDYZghLilUJsF8VMjE3c_RiwMvYASHRKOCA0z7bkNblhZY-sdjDphRoCp80QAvD_BwE

Non hai bisogno di nessun altro documento per entrare nel paese. Il visto è obbligatorio e il passaporto deve avere validità residua di almeno sei mesi dalla data di partenza.

I VACCINI PER ANDARE IN SRI LANKA

Le vaccinazioni non sono obbligatorie (infatti noi non le abbiamo fatte) ma vengono consigliate queste:

  • difterite e tetano
  • poliomielite
  • morbillo
  • febbre tifoide
  • epatite A
  • epatite B
  • encefalite giapponese
  • rabbia

Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è richiesto solo ai viaggiatori di età superiore ad un anno provenienti da zone infette.

DOVE DORMIRE IN SRI LANKA

Noi abbiamo prenotato quasi tutte le nostre stanze tramite Booking, ma io ti consiglio di affidarti ad Air BnB perché è molto più valido e ti consente di trovare allo stesso prezzo stanze più curate in case private. Se sei più da ostelli non ti preoccupare, ne troverai abbastanza nelle città più grandi. Nel periodo in cui siamo stati noi (inizio febbraio) non abbiamo trovato molti turisti, avremmo potuto tranquillamente prenotare le stanze di giorno in giorno.

DOVE MANGIARE IN SRI LANKA

Se stae facendo affidamento ad un guida (come la Lonely Planet) ti avviso che i luoghi che ti consiglierà saranno anche quelli più carichi di turisti. Se vuoi viverti meglio il cibo e le usanze del posto, vai nei posticini piccoli e poco frequentati 😉

viaggio in sri lanka fai da te
Riso fritto con verdure

Ora che abbiamo fatto un quadro generale su come potersi organizzare per la partenza, ti racconto quello che abbiamo visto e i paesi dove siamo stati.

LE TAPPE

GIORNO 1: Colombo. Abbiamo girato un pochettino ma eravamo troppo cotti dal fuso orario e abbiamo rinunciato dopo poco, siamo andati a riposarci in stanza, per puoi uscire nuovamente la sera.

viaggio in sri lanka fai da te
Grattacieli a Colombo


GIORNO 2: Galle. Da Colombo abbiamo preso un treno e ci siamo spostati verso il mare. Galle ha un bellissimo lungomare e molti posti buoni dove mangiare e fare shopping.

viaggio in sri lanka fai da te
Lungomare a Galle


GIORNO 3: Unawatuna. Spiaggia davvero incantevole, tante attività disponibili come snorkeling e sub, tanti turisti e tanta aria di divertimento. Un luogo davvero incantevole, dove però purtroppo siamo rimasti un solo giorno.

viaggio in sri lanka fai da te


GIORNO 4: Tangalle. Un paese caratterizzato da pescatori, la spiaggia è enorme e tranquilla, ma abbiamo trovato il mare troppo mosso per poter fare il bagno.


GIORNO 5: Uda Walawe National Park. Ci siamo immersi nella foresta per fare un safari davvero epico, abbiamo visto un sacco di elefanti, i varani, molti volatili e le scimmie.

viaggio in sri lanka fai da te


GIORNO 6-7-8: Ella. Dalla foresta ci siamo spostati più nell’entroterra, in zona montana. Ella è un paradiso per i camminatori e ci sono molti locali per turisti.


GIORNO 9-10-11: Kirinda. A dire il vero il nostro piano prevedeva Arugam Bay, la spiaggia dei surfisti, ma purtroppo abbiamo scoperto essere bassa stagione quindi non avremmo trovato nulla lì. Abbiamo seguito il consiglio di uno del posto e ci siamo fatti portare nella spiaggia isolata e paradisiaca di Kirinda, veramente splendida. Purtroppo anche qui il mare era troppo mosso per poter nuotare!

viaggio in sri lanka fai da te
Kirinda Beach


GIORNO 12-13-14: Kandy. Abbiamo deciso di trascorrere 3 giorni a Kandy, in quanto viene pubblicizzata come uno dei posti più caratteristici dello Sri Lanka. Ti avviso, ce ne siamo pentiti. Secondo me 1 o 2 giorni sono più che sufficienti per visitare grandi città come Kandy e Colombo.

viaggio in sri lanka fai da te
Galleria piena di murales sotto Kandy


GIORNO 15: Colombo. Ultima visita nella capitale prima di ripartire, siamo riusciti a girare un po’ di più ma quel giorno faceva davvero molto caldo ed era difficile stare in giro. Colombo è caratterizzata da locali, traffico e grattacieli, è una città che si sta sviluppando velocemente.

COSA VEDERE E COSA FARE IN SRI LANKA: I NOSTRI CONSIGLI

In base ai luoghi che abbiamo visitato, vorrei darti alcuni consigli (spero utili) per scegliere il tuo itinerario perfetto e non commettere i nostri stessi errori.

LE CITTÀ DELLO SRI LANKA

Per quanto riguarda le città io ti consiglio di passare più giorni a Ella e nella zona costiera vicina a Unawatuna. Ella è magnifica per fare escursioni a piedi ed è molto vivace (anche parecchio turistica), mentre la zona costiera vicino Unawatuna è perfetta per godersi il mare e la vita da spiaggia. Passa meno giorni nelle grandi città come Colombo e Kandy, perché ti assicuro che sono parecchio caotiche e le attività da fare sono più che altro spenna-turisti.

I SAFARI IN SRI LANKA

I soldi meglio spesi della vacanza. Fai un safari in un parco, che sia l’Uda Walawe oppure il più famoso Yala, perché ti rimarrà un ricordo splendido! Gli animali sono sereni, non si sentono minacciati dalle jeep anzi, ci passano vicino senza problemi. Ovviamente non è possibile toccarli o interagire con loro 🙂

I TEMPLI IN SRI LANKA

Ne troverai in ogni dove. A noi è piaciuto molto il Dowa Rock Temple, dove puoi trovare una statua gigantesca di Buddha incastonata nella roccia. Se sei appassionato di templi cerca online quelli più consigliati, ma attenzione a non farti trascinare dai tuk tuk driver perché spesso loro vogliono solo farti spendere più soldi possibile.

Dowa Rock Temple

ALTRE ATTIVITÀ

Visite alle fabbriche e alle piantagioni del tè, giardini botanici, trekking nell’entroterra, rafting, danze caratteristiche… Di cose da fare te ne proporranno molte. Purtroppo mi sento di avvisarti che qui la gente è molto povera, quindi cerca davvero di spillarti quanti più soldi possibile in ogni modo. Attenzione alle attività proposte dalla gente del luogo.

Consiglio molto i trekking a Ella (Ella Rock, Little Adam’s Peak, Nine Arch Bridge..) anche se trovate trekking molto più interessanti nella mia zona in Piemonte (qui puoi scoprire qualche itinerario). Consiglio anche il “Big Buddha” a Kandy, i safari, i templi (anche se non mi focalizzerei su quelli in ogni città). Sconsiglio invece le fabbriche del tè, vogliono solo vendertelo ad un prezzo allucinante, piuttosto provate con le piantagioni. Sconsiglio anche i giardini botanici per lo stesso motivo.

Statua del Big Buddha a Kandy

ALTRI CONSIGLI E CURIOSITÀ

La gente del posto soprattutto nei luoghi più turistici è abbastanza abituata a vedere ragazze in shorts e canottiera, ma ti avviso di fare molta attenzione: in alcuni luoghi vengono viste di cattivo occhio e si sono presentate anche diverse situazioni di violenza sessuale verso turiste. Cerca di non andare in giro da sola e troppo scoperta.

Le persone generalmente sono gentili e disponibili, però ci sono anche alcuni che insistono molto a chiedere elemosina e a intortarti per spillarti soldi. Cerca di non mostrarti in difficoltà perché potrebbero approfittarsene.

Il costo della vita è davvero basso e ti assicuro che puoi goderti a pieno la vacanza facendo diverse attività. La moneta locale è la rupia singalese.

Praticamente tutti i locals parlano in inglese. Vedono pochissimi turisti italiani, vi scambieranno probabilmente per spagnoli 😉 Ci sono invece molti russi e molti francesi.

In alcune zone farai difficoltà a trovare l’alcol a causa della religione.

CONCLUSIONI

Mi sembra di aver detto tutto quello che c’é da sapere per poter organizzare un fantastico viaggio in Sri Lanka fai da te, purtroppo non abbiamo visto nulla del nord e ti consiglio di informarti a riguardo perché probabilmente ci sono delle zone splendide anche lì. Ci siamo affidati alla Lonely Planet per il nostro itinerario ma ti consiglio di non prenderla alla lettera, sia per questione di aggiornamento (in un anno le cose cambiano immensamente) sia perché le zone consigliate sono spesso anche quelle più incasinate 🙂

Spero di averti aiutato a elaborare il tuo itinerario, se hai dei dubbi o delle domande scrivile qui sotto nei commenti 🙂

Aspetta prima di andartene! Voglio ancora dirti una cosa 🙂 Abbiamo realizzato un vlog dell’intero viaggio, dove puoi vedere i posti che abbiamo visto e le nostre facce distrutte dalle mille ore insonni, te lo linko qui sotto!